top of page
SPONSORIZZATE FB.png

Abilitazione docenti 30 CFU, gli ingabbiati potranno conseguire i 60CFU? Facciamo chiarezza

Una nostra lettrice, dopo le comunicazioni della non attivazione dei percorsi abilitanti da 30 CFU di numerose università, ci pone il seguente quesito: "vista la situazione alquanto drammatica che si sta profilando, per noi ingabbiati , posso iscrivermi e conseguire i 60 CFU per potermi abilitare su altra CDC?"




Sulla questione abilitazione da 30 CFU destinata ai docenti già abilitati, agli specializzati e a chi è di ruolo, cerchiamo di fare chiarezza. Dopo le comunicazioni di diverse Università, in merito alla non attivazione dei percorsi abilitanti da 30 CFU e dopo l'appello del CODIR ( del quale riportiamo a seguire l'appello integrale ) ci arriva la domanda di una nostra lettrice: "vista la situazione che si sta profilando, per noi ingabbiati alquanto drammatica, posso iscrivermi e conseguire i 60 CFU per potermi abilitare su altra CDC?"

La risposta, che diamo alla nostra lettrice è ,senza indugio alcuno, sì. Il punto è che se da un lato bisogna attenersi alle regole, al percorso formativo e alle limitazioni all'accesso al percorso che ormai conosciamo ( CLICCA QUI ), dall'altro possiamo affermare che i docenti ingabbiati si troverebbero difronte ad una situazione paradossale. Come per i possessori dei 24 CFU che avranno una riduzione del percorso, anche gli stessi abilitati in base al loro curriculum e al loro status ( di abilitati ) avranno diritto ad un riconoscimento di crediti.

Quali crediti possono essere riconosciuti a quanti già in possesso dell'abilitazione?

Sicuramente possono essere riconosciuti i crediti del tirocinio diretto e indiretto che ammontano a 20 CFU ( sicuramente i 15 CFU del tirocinio diretto ( contenuti prevalentemente incentrati su strategie educative, dinamiche relazionali e osservazioni delle riunioni durante lo svolgimento degli organi collegiali, del GLO e altri momenti). Inoltre, ogni corsista potrà avere riconosciuti ulteriori CFU. Quindi si scenderebbe a circa 40 CFU. Una magra consolazione per quanti aspettavano un percorso da 30 CFU interamente online e, in merito al numero di iscritti, senza limite alcuno.


In alternativa la risposta del nostro esperto, spostando l'attenzione sul DPCM del 4 agosto 2023, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 25 settembre 2023, è la seguente:

Quanti in possesso di abilitazione, ai sensi dell'articolo 13 comma 1 e 2,

  • Visto il percorso didattico da 60 CFU per il conseguimento dell'abilitazione, unico per tutte le università, individuato negli allegati del DPCM del 4 agosto;

  • Considerato il percorso didattico similare, se non identico, a quanti conseguono l'abilitazione da 60 CFU;

  • Considerato che ai sensi del DPCM del 4 agosto 2023 vengono richiesti 30 CFU per il conseguimento dell'abilitazione;


chiedono

l'accesso al percorso dei 60 CFU con il riconoscimento di trenta CFU. Trenta CFU da individuare nel percorso dei 60 CFU. Inoltre la discrezionalità riconosciuta agli atenei, DPCM 4 agosto art. 13 comma 2, non può scostarsi in nessun caso dai contenuti dei 60 CFU standard previsti. Quindi i 30 CFU devono essere individuati nel percorso base dei 60 CFU.


In definitiva da questa analisi emerge che i percorsi da 30 CFU si possono e si devono attivare. E dovrebbero farlo tutte le università Italiane che hanno chiesto l'accreditamento dei percorsi abilitanti all'insegnamento.


LEGGI ANCHE


Ad oggi hanno annunciato che non attiveranno i percorsi da 30 CFU le seguenti Università: Università di Pavia, Bologna, Genova, Torino, Napoli, Parma, Chieti e Pescara, Verona e La Sapienza di Roma altre Università.

Appello del CODIR:

"Onorevoli ministri Bernini e Valditara, Sottosegretario Frassinetti, Capo Gabinetto Recinto, urge Nota Ministeriale Esplicativa indirizzata agli Atenei e ad ANVUR perché si attivino subito per definire gli accessi da sovrannumerari ai corsi abilitanti da 30 CFU come da art. 13 allegato 2 e allegato A DPCM 4 agosto 2023 e come da Legge 59 2017 modificata da art. 20 DL PA BIS 2023 per abilitati, specializzati e docenti di ruolo ingabbiati. Grave e illegittimo escluderci ancora"







ECCO L'ELENCO DELLE UNIVERSITÀ CHE AD OGGI NON ATTIVERANNO IL PERCORSO


Quanto si sta verificando in merito ai percorsi abilitanti all'insegnamento da 30 CFU, per docenti abilitati, specializzati e di ruolo ("ingabbiati") , risulta inverosimile. Da una parte, il mondo politico, che addirittura tranquillizza sul fatto che saranno interamente online e non a numero chiuso e dall'altro le Università che invece non attivano i percorsi.

Nei giorni scorsi lo stesso Mario Pittoni responsabile del Dipartimento Istruzione della Lega, già presidente della commissione Cultura al Senato, ha confermato che il corso di abilitazione per i docenti ingabbiati non sarà a numero chiuso ( CLICCA QUI )


Attendiamo e seguiremo con attenzione la situazione in merito all'attivazione dei percorsi abilitanti da 30 CFU che riguardano docenti che stanno aspettando questo momento da diversi anni, troppi.


POTREBBERO INTERESSARE ANCHE I SEGUENTI ARTICOLI










di LA REDAZIONE


contatti: redazione@ascuolaoggi.it - info@ascuolaoggi.it


SCARICA ORA L'APP DI ASCUOLAOGGI


SCARICA L'APP ASCUOLAOGGI PER APPLE

SCARICA L'APP ASCUOLAOGGI PER ANDROID