top of page

ABILITAZIONI 30 E 60 CFU AL VIA, ECCO IL BANDO DELL'UNIVERSITÀ LA SAPIENZA DI ROMA: INIZIO DELLE LEZIONI A SETTEMBRE ED IN PRESENZA. SCADENZA 24 GIUGNO

Anche l'Università La Sapienza di Roma ha pubblicato il bando di concorso per l'ammissione ai percorsi universitari abilitanti di ...



Anche l'Università La Sapienza di Roma ha pubblicato il bando di concorso per l'ammissione ai percorsi universitari abilitanti di formazione inziale inseganti da 60/30 CFU per l'anno accademico 2023-2024.


PERCORSI ATTIVATI

Sono attivati per l’a.a. 23-24 per ciascuna delle classi di concorso:


a) i percorsi di formazione iniziale abilitante da 60 CFU di cui all’Art. 2-bis del decreto legislativo n. 59/2017 (PFI_60_All.1);

b) i percorsi di formazione iniziale abilitante da 30 CFU ai sensi dell’Art. 2-ter, co. 4-bis e dell’art. 13, co. 2, del D.lgs. 59/2017 (PFI_30_All.2).


2. Chi si iscrive al PFI_60_All.1, acquisiti i primi 30 CFU, otterrà la certificazione che consentirà di poter partecipare alle procedure concorsuali bandite dal MIM entro il 31 dicembre 2024.


POSTI DISPONIBILI E REQUISITI DI AMMISSIONE


Il numero dei posti disponibili per ciascuno dei percorsi attivati, come autorizzati nell’Allegato A al D.M. n. 621 del 22 aprile 2024, sono i seguenti:



  • Ai posti previsti per i percorsi PFI_60_All.1, possono accedere coloro che sono in possesso di laurea magistrale o laurea magistrale a ciclo unico oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con la classe di concorso per cui si chiede l’ammissione.

  • Ai posti previsti per i percorsi PFI_60_All.1, possono accedere, altresì, coloro che sono regolarmente iscritti a corsi di laurea magistrale o laurea magistrale a ciclo unico, coerenti con la classe di concorso per cui si chiede l’ammissione. Per coloro che sono iscritti a corsi di studio per il conseguimento della laurea magistrale a ciclo unico, l'accesso è subordinato al conseguimento di almeno 180 CFU. I suddetti iscritti potranno accedere alla prova finale del percorso solo in seguito all’effettivo conseguimento del titolo.


  • La coerenza della laurea magistrale o a ciclo unico posseduta o a cui si è iscritti è verificata dal possesso dei crediti formativi obbligatori nei settori disciplinari della specifica classe di concorso, come specificato nelle Tabelle ministeriali delle classi di concorso e classi di laurea di cui al Decreto Ministeriale del 9 maggio 2017, n. 259 - Revisione e aggiornamento della tipologia delle classi di concorso per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado previste dal decreto del Presidente della Repubblica del 14 febbraio 2016, n. 19.


  • Prima di presentare la domanda, i candidati sono tenuti a verificare che il proprio titolo di studio sia coerente con la classe di concorso per cui si chiede l’ammissione consultando il seguente link https://www.miur.gov.it/titoli-di-accesso.


  • Per le classi A022, A028, A050, AB24 sono previsti posti riservati nel PFI_60_All.1 a coloro che, in possesso del titolo di accesso coerente con la classe di concorso per cui si chiede l’ammissione, siano titolari di contratti di docenza nell’ambito di percorsi di istruzione e formazione professionale IFP della Regione Lazio.


  • Ai posti riservati per i percorsi PFI_30_All.2, possono accedere coloro che, oltre a essere in possesso di laurea magistrale o laurea magistrale a ciclo unico oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con la classe di concorso per cui si chiede l’ammissione, hanno svolto servizio presso le istituzioni scolastiche statali o presso le scuole paritarie per almeno tre anni, anche non continuativi, di cui almeno uno nella specifica classe di concorso per la quale scelgono di conseguire l’abilitazione nei cinque anni precedenti nonché coloro che hanno sostenuto la prova concorsuale relativa alla procedura straordinaria di cui all’art. 59, comma 9-bis, del decreto legge 25 maggio 2021, n.73.


  • In caso di mancata assegnazione dei posti per titolari di contratti di docenza nell’ambito di percorsi di istruzione e formazione professionale IFP della Regione Lazio (PFI_60_All.1 - riserva IFP), gli stessi confluiranno nei posti previsti per i percorsi PFI_30_All.2


  • In caso di mancata assegnazione dei posti previsti per i percorsi PFI_30_All.2, gli stessi confluiranno nei posti previsti per i percorsi PFI_60_All.1 e viceversa.


  • I requisiti di accesso devono essere posseduti al momento della scadenza del termine di presentazione delle domande di ammissione fissato dal presente decreto e devono essere autocertificati, ai sensi del DPR n. 445 del 28 dicembre 2000 e della legge n. 183 del 12 novembre 2011, nell’ambito della compilazione telematica della domanda di ammissione.


  • Le dichiarazioni mendaci e false sono punibili ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia




PREVISIONI PER CITTADINI EXTRACOMUNITARI RESIDENTI ALL’ESTERO


1. I candidati in possesso di titolo di studio non abilitante conseguito all’estero sono ammessi a partecipare ai percorsi, previa valutazione del titolo secondo le norme vigenti in materia di ammissione di studenti stranieri ai corsi di studio nelle università italiane.

2. I cittadini extracomunitari residenti all’estero devono rispettare le disposizioni interministeriali contenute nella circolare “Procedure per l'ingresso, il soggiorno e l'immatricolazione degli studenti stranieri/internazionali ai corsi di formazione superiore in Italia anno accademico 2023-2024, disponibile al link: https://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/.

3. Coloro che devono ottenere un visto di studio sono tenuti a presentare domanda di pre-iscrizione online su https://www.universitaly.it/.


TITOLI VALUTABILI PER L’ACCESSO AI PERCORSI


1. Nel caso il numero dei candidati ecceda il numero di posti disponibili, sono titoli valutabili per l’accesso ai Percorsi PFI_60_All.1 i titoli e relativi punteggi di cui all’allegato B del DM del 22 aprile 2024, n. 621.

Fanno eccezione coloro che, iscrivendi al PFI_60_All.1, si avvalgono della riserva per titolari di contratti di docenza nell’ambito di percorsi di istruzione e formazione professionale IFP della Regione Lazio, per i quali, in caso il numero di candidati ecceda il numero di posti disponibili, i titoli sono valutati con i criteri di cui all’allegato A del D.M. del 22 aprile 2024, n. 620.


2.Nel caso il numero dei candidati ecceda il numero di posti disponibili, sono titoli valutabili per l’accesso ai Percorsi PFI_30_All.2, i titoli e relativi punteggi di cui all’allegato A del D.M. del 22 aprile 2024, n. 620.


3. Le annualità di servizio utilizzate per soddisfare i requisiti di accesso ai PFI_30_All.2 non possono essere nuovamente conteggiate nei titoli valutabili.


4. Il servizio di insegnamento non di ruolo prestato è considerato come anno scolastico intero se ha avuto la durata di almeno 180 giorni oppure se il servizio sia stato prestato ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale.



INVIO DOMANDA DI AMMISSIONE


1. Il possesso dei requisiti di accesso, dei titoli valutabili, nonché dei requisiti relativi alla riserva posti per gli aventi diritto, deve essere dichiarato dai candidati, ai sensi dell’art. 46 del DPR 445/2000 e s.m.i.


2. Per inviare la domanda di ammissione è necessario preliminarmente registrarsi su Infostud 2.0 alla pagina Infostud 2.0 | Sapienza Università di Roma (uniroma1.it) e acquisire un numero di matricola.

Chi ha già effettuato una registrazione a Infostud non deve eseguire nuovamente la procedura.


3. Ciascun candidato può presentare domanda esclusivamente a una delle tipologie di percorso per la medesima classe di concorso.


4. Ciascun candidato può presentare domanda di ammissione per percorsi relativi alla medesima classe di concorso in una sola istituzione.


5. La domanda di ammissione dovrà essere presentata, a pena di esclusione, unicamente tramite procedura telematica, mediante l’utilizzo della piattaforma informatica dedicata alla pagina: https://pica.cineca.it/uniroma1/dr1248-2024 entro e non oltre il termine di scadenza del 24 giugno 2024 ore 23:59.


6. Per accedere alla piattaforma informatica PICA, il candidato deve effettuare la registrazione e autenticarsi con il proprio account o accedere direttamente tramite SPID. Dopo aver effettuato l’autenticazione, il candidato dovrà procedere alla compilazione della domanda, avendo cura di inserire tutti i dati richiesti secondo quanto indicato nella procedura telematica.


7. Nella domanda i candidati devono dichiarare ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000 e ss.mm.ii., consapevoli delle sanzioni penali richiamate dagli artt. 75 e 76 dello stesso D.P.R. nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi:


a. numero di matricola Infostud (ottenuto dopo la registrazione);

b. cognome, nome e codice fiscale;

c. la data ed il luogo di nascita;

d. cittadinanza;

e. residenza;

f. indirizzo di posta elettronica ordinaria, nonché quello di posta elettronica certificata, se posseduto;

g. classe di concorso per cui si presenta la domanda (qualora si intenda candidarsi a più classi di concorso, deve essere generata una domanda per ognuna di esse. In caso di ammissione a più classi di concorso il candidato sarà tenuto ad optarne una soltanto; h. dichiarazione di non aver presentato domanda presso altra università; i. dichiarazione di possesso del titolo o iscrizione a corso di laurea magistrale o a ciclo unico coerente con la classe di concorso per cui si chiede l’ammissione con indicazione dell’Ateneo di acquisizione/iscrizione;

j. tipologia di corso per la quale si concorre optando tra PFI_60_All.1 e PFI_30_All.2; k. i titoli


In caso di opzione per il PFI_60_All.1, sarà possibile inserire:

  • o l’eventuale candidatura per la riserva dei posti per le classi A022, A028, A050, AB24, per titolari di contratti di docenza nell’ambito di percorsi di istruzione e formazione professionale IFP della Regione Lazio;

  • o l’eventuale richiesta di acquisire i soli 30 CFU di cui all’allegato 3 del DPCM 4 agosto 2023 per poter partecipare alle procedure concorsuali bandite dal MIM entro il 31 dicembre 2024 e, se vincitori di concorso, completare il percorso con gli ulteriori 30 CFU di cui all’allegato 4 del DPCM 4 agosto 2023.


8. Per i candidati con titoli conseguiti all’estero è necessario presentare, per ciascuno dei titoli inseriti nella domanda di ammissione, in aggiunta a quanto già descritto, uno dei seguenti documenti alternativamente:

- Dichiarazione di Valore in Loco rilasciata dall’Autorità consolare italiana del paese di studio (corredato da transcript of records + copia del diploma finale);

- Attestato di Comparabilità CIMEA corredato da Attestato di Verifica CIMEA (accedendo alla piattaforma CIMEA: http://www.cimea.it/it/servizi/attestatidicomparabilita-e-certificazione-dei-titoli/attestati-di-comparabilita-e-diverifica-deititoli-diplome.aspx);

- Diploma Supplement (se trattasi di titolo europeo) rilasciato dall’Università di provenienza e legalizzato presso l’Ambasciata italiana dal paese di studio.

- In assenza della suddetta documentazione il titolo che ne risulti privo non sarà utilizzato ai fini dell’assegnazione dei punteggi.


9. Per i candidati con uno stato di disabilità pari o superiore al 66% è necessario autodichiarare la condizione spuntando, nella procedura, l’apposita voce e caricando copia del certificato di invalidità – con indicazione della percentuale di invalidità, ovvero per i casi previsti dalla norma, il solo tipo di invalidità – o copia del certificato di disabilità ai sensi dell’art. 3, comma 1 e 3, della Legge 5 febbraio 1992, n. 104, pena la non attribuzione del beneficio dell’esonero dal contributo di iscrizione al percorso.


10. L'Amministrazione, in ogni fase della procedura, si riserva la facoltà di accertare la veridicità delle dichiarazioni rese dai candidati nella predetta domanda on-line.


11. Alla fine della compilazione di tutte le pagine/sezioni, il candidato vedrà sul cruscotto, con status “in bozza”, la domanda di partecipazione. ATTENZIONE! LO STATO “IN BOZZA” SIGNIFICA CHE LA DOMANDA NON È STATA ANCORA PRESENTATA. AI FINI DEL PASSAGGIO DALLO STATO INIZIALE DELLA DOMANDA “IN BOZZA” A QUELLO CONCLUSIVO DELLA DOMANDA “PRESENTATA”, IL CANDIDATO DOVRÀ SEGUIRE TUTTI I PASSAGGI INDICATI DI SEGUITO.

Si precisa che, ai fini del salvataggio dei dati inseriti in ciascuna delle pagine della domanda on-line, occorre cliccare SEMPRE sul tasto “Salva e prosegui” in basso a sinistra, così che la procedura faccia salvi i dati della pagina corrente e passi automaticamente alla pagina successiva, salvo la mancata compilazione di campi obbligatori, che saranno segnalati in rosso. Se non si clicca sul tasto “Salva e prosegui”, i dati inseriti non saranno salvati e sarà necessario inserirli nuovamente.

Una volta compilata la domanda, cliccare su “Salva e torna al cruscotto”, quindi:

- cliccare su “Verifica”, per controllare la correttezza dei dati inseriti;

- tornare al cruscotto e, se la verifica è stata positiva, cliccare su Firma e Presenta; - cliccare su una delle tre modalità proposte per firmare la domanda e seguire le relative indicazioni per l’apposizione della firma e la conclusione della procedura, che passerà dallo stato “in bozza” allo stato “presentata”. L’apposizione della firma non è richiesta se si accede con SPID.


Ad ogni domanda verrà attribuito un numero identificativo “Domanda/application id”, che si genera all’atto della compilazione e resta lo stesso in tutti gli stati della domanda (in bozza, da firmare, presentata, etc.). Il candidato dovrà conservare tale numero identificativo per eventuali successive comunicazioni, comprese le esclusioni dalla presente procedura.


12. La data di presentazione telematica della domanda di ammissione al percorso è certificata dal sistema informatico mediante ricevuta che verrà automaticamente inviata via e-mail all’indirizzo indicato dal candidato in fase di registrazione. Una volta presentata la domanda e ricevuta la e-mail di conferma, non sarà più possibile accedere a tale domanda per modificarla, ma sarà possibile soltanto visualizzarla, cliccando sul tasto “Verifica” o ritirarla cliccando il tasto “Ritira”. Nel caso in cui la domanda venga ritirata, il candidato potrà presentare una nuova domanda, rispettando il termine utile stabilito per la presentazione. In caso di presentazione di una nuova domanda a seguito del ritiro di quella già presentata, la procedura genera un nuovo numero identificativo della domanda.


13. Le segnalazioni di problemi tecnici devono essere inviate esclusivamente mediante l’utilizzo dell’applicazione informatica dedicata, cliccando sulla voce “supporto” presente in calce alla pagina https://pica.cineca.it/uniroma1, riportando il predetto numero identificativo della domanda.


14. L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità per eventuali errori di connessione di rete o comunque per fatti imputabili a terzi, a caso fortuito o a forza maggiore.



CONTRIBUTI DI ISCRIZIONE E SCADENZE


1. L’iscrizione ai percorsi da 60 CFU (PFI_60_All.1), ha un costo di euro 2.000,00, da corrispondere in due rate, a cui andranno aggiunti euro 150,00 per la prova finale che saranno pagati al termine del percorso.

Se studenti iscritti a corsi di laurea magistrale o magistrale a ciclo unico il costo è ridotto a euro 1.000,00 da corrispondere in rata unica a cui andranno aggiunti euro 150,00 per la prova finale che saranno pagati al termine del percorso.


2. L’iscrizione ai percorsi da 30 CFU (PFI_30_All.2), ha un costo di euro 1.000,00 da corrispondere in rata unica, a cui andranno aggiunti euro 150,00 per la prova finale che saranno pagati al termine del percorso.


3. Tutti i candidati ammessi effettuano il pagamento di euro 1.000,00 (prima rata o rata unica della quota di iscrizione) entro e non oltre il 17 luglio 2024.

Per i soli candidati ammessi ai percorsi di cui al co. 1 del presente articolo, Il termine ultimo per pagare la seconda rata di euro 1.000,00 è il 30 ottobre 2024.


4. L’ammesso al percorso che non paghi la prima rata o rata unica entro il 17 luglio 2024 sarà considerato rinunciatario e si procederà allo scorrimento della graduatoria.


5. Per le iscrizioni ai percorsi è previsto il pagamento della marca da bollo pari a euro 16,00.


6. I candidati con disabilità riconosciuta ai sensi dell’art. 3, comma 1 e 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104 e/o con invalidità pari o superiore al 66%, sono esonerati dal pagamento della quota di iscrizione, resta salvo il pagamento della marca da bollo. L’agevolazione economica di cui al presente articolo ha effetto dal momento della presentazione della domanda e non può essere retroattiva se non per l’anno accademico in corso, tenendo conto della data di presentazione della domanda per il riconoscimento della disabilità.


MODALITÀ DI PAGAMENTO DEI CONTRIBUTI DI ISCRIZIONE

Dopo la pubblicazione della graduatoria gli ammessi devono:

- accedere a Infostud con Spid/CIE o, per coloro che hanno la cittadinanza in uno stato estero, con le credenziali (username e password);

-cliccare su – PROFILO – TITOLI UNIVERSITARI e inserire il titolo di accesso posseduto.


Nel caso di candidati ancora iscritti a un corso di laurea di II livello o a un corso di laurea a ciclo unico del quale sono già stati acquisiti 180 CFU è necessario dichiarare il proprio status come laureando cliccando su Profilo - Titoli universitari e inserendo il flag “Laureando”.


Nel caso di candidati ancora iscritti presso Sapienza a un corso di laurea di II livello o a un corso di laurea a ciclo unico del quale sono già stati acquisiti 180 CFU è necessario inviare l’apposito modulo doppia iscrizione a settoremaster@uniroma1.it indicando come oggetto: "Richiesta di iscrizione contemporanea – Nome Cognome Codice Percorso".

Il modulo non costituisce di per sé una immatricolazione.

Allo studente sarà assegnata una seconda matricola per la gestione separata delle due carriere accademiche.


Si ricorda che il modulo di doppia iscrizione non è dovuto in caso di iscrizione a corsi di altri Atenei.

Gli studenti iscritti a un corso di laurea presso Sapienza potranno segnalare lo status “laureando” solo dopo la duplicazione della matricola operata dal settore Master, cliccando su Profilo - Titoli universitari e selezionando il flag “Laureando”.


In caso di studente con disabilità è necessario dichiarare la disabilità accedendo al proprio profilo Infostud nella sezione: Disabilità o DSA >Aggiorna disabilità>Selezionare l'opzione adeguata>Aggiorna;


- selezionare nell’ordine: Master - Corso Singolo - inserire il codice identificativo del percorso – Successivo – Genera bollettino – Successivo.


A quel punto si attiverà il pulsante di PagoPA per il pagamento della prima rata/rata unica e della marca da bollo;

il pagamento andrà effettuato secondo quanto indicato al seguente link: Come pagare | Sapienza Università di Roma (uniroma1.it)


È possibile fruire della Carta Docente a copertura totale o parziale del contributo previsto.

In tal caso, prima della scadenza indicata all’art. 8, il partecipante ammesso al corso deve scrivere all’indirizzo e-mail settoremaster@uniroma1.it, inserendo nell’oggetto: “Formazione insegnanti” e allegando il bonus generato dal sito MUR per ricevere, sempre tramite e-mail, indicazioni per pagare la differenza, se dovuta, tra la quota di iscrizione al corso e l’importo del bonus.


Per il pagamento della seconda rata, saranno fornite apposite istruzioni sulla pagina https://www.uniroma1.it/it/pagina/formazione-insegnanti-iniziale-e-servizio


Il calendario didattico dei percorsi di formazione iniziale sarà pubblicato sul sito https://www.uniroma1.it/it/pagina/formazione-insegnanti-iniziale-e-servizio.


Le lezioni avranno inizio a partire dal 2 settembre 2024 e dovranno essere frequentate esclusivamente in presenza.


PROCEDURE PER LO SVOLGIMENTO DELL’ESAME FINALE

Per l’accesso alla prova finale per gli studenti iscritti ai percorsi di formazione iniziale abilitante di cui all’allegato 1 del DPCM 4 agosto 2023 (PF60CFU), le cui modalità di svolgimento sono definite dall’art. 9 del DPCM 4 agosto 2023, è necessaria una percentuale minima di presenza alle attività formative pari al 70 per cento per ogni attività formativa.

Prima di sostenere l’esame finale, lo studente è tenuto a versare un contributo pari ad € 150,00, non rimborsabile.

Possono essere ammessi alla prova finale solo gli studenti in regola con i pagamenti dei contributi e della tassa esame finale.


SCARICA IL BANDO


bandounico_23_24_percorsi_formazione_insegnanti_30_maggio_con_dati
.pdf
Scarica PDF • 295KB



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE


















di VALENTINA TROPEA




SCARICA ORA L'APP DI ASCUOLAOGGI




Comments