top of page
SPONSORIZZATE FB.png

ANIEF, ASPETTI POSITIVI IN LEGGE DI BILANCIO. PER LA SCUOLA SERVE UN IMPEGNO ECONOMICO MAGGIORE

Marcello Pacifico: "Per garantire l’indennità di vacanza servono nuove regole su reclutamento, precariato, ricostruzioni di carriera, mobilità, valorizzazione del personale docente e Ata. Uno sforzo maggiore su organici e dimensionamento, come pure sulle scuole all’estero, gli Enti di ricerca e l’Università”




“Complessivamente, la Legge di Bilancio di fine 2023 contiene aspetti positivi, soprattutto per la tutela delle famiglie e per il rafforzamento di alcuni servizi pubblici, ma anche delle criticità da correggere con correttivi mirati così come abbiamo indicato nella nostra memoria consegnata oggi al Governo: per la Scuola serve un impegno economico maggiore per garantire l’indennità di vacanza contrattuale piena relativa al contratto collettivo nazionale 2022/24 ancora tutto da definire, ma anche nuove regole su reclutamento, precariato, ricostruzioni di carriera, mobilità, valorizzazione del personale docente e Ata, uno sforzo maggiore su organici e dimensionamento, come pure sulle scuole all’estero, gli Enti di ricerca e l’Università”: così ha commentato Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, la riunione svolta oggi nella sala Verde di Palazzo Chigi tra i rappresentanti del Governo, con la Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, e le organizzazioni sindacali confederali, tra cui la delegazione Cisal capitanata da Francesco Cavallaro. La stessa rappresentanza Cisal ha espresso le medesime istanza durante una audizione preliminare tenuta presso le Commissioni Bilancio congiunte di Camera e Senato.

Per la Scuola sono stati chiesti interventi, in fase di conversione del disegno di legge, sulla manovra economica del 2024. Le richieste riguardano l’incremento di docenti e Ata, le stabilizzazioni dei precari e la loro parità di trattamento rispetto a chi è già di ruolo. Disposizioni urgenti sono state rivendicate e motivate anche per fare avere delle indennità ai lavoratori fuori sede alla fine dei vincoli per chi chiede di trasferirsi di sede.

Tra le rivendicazioni del giovane sindacato c’è poi un'indennità di burnout per le categorie di lavoratori che risultano tra le più logorate, una “finestra” specifica per accedere anticipatamente alla pensione e il riscatto gratuito degli anni di studio universitari, il miglioramento del sostegno agli alunni con disabilità, in generale una maggiore tutela dei diritti del personale, anche quello impiegato in sedi non italiane. C’è anche spazio, tra le proposte, per l’equipollenza dei diplomi per i lavoratori dell’Afam, della valorizzazione del personale tecnico amministrativo degli Enti di ricerca e di interventi specifici per l’Afam e l’Università.



di LA REDAZIONE


contatti: redazione@ascuolaoggi.it - info@ascuolaoggi.it


SCARICA ORA L'APP DI ASCUOLAOGGI


SCARICA L'APP ASCUOLAOGGI PER APPLE

SCARICA L'APP ASCUOLAOGGI PER ANDROID

bottom of page