top of page

Cresce il contenzioso avviato da docenti e Ata, a maggio 1 milione e 400mila euro recuperati dai Tribunali: dal 1° gennaio 2.613 sentenze vinte dall’Anief nei tribunali del lavoro

"Continua a crescere il contenzioso nella scuola: solo nel mese di maggio, i legali del sindacato Anief hanno permesso al personale docente e Ata di recuperare 1 milione e..."




Continua a crescere il contenzioso nella scuola: solo nel mese di maggio, i legali del sindacato Anief hanno permesso al personale docente e Ata di recuperare 1 milione e 393mila euro; dall’inizio del 2024 i milioni di euro recuperati sono stati circa 6,5. Inoltre, complessivamente, dal 1° gennaio 2024 sono state ben 2.613 le sentenze vinte dal giovane sindacato nei tribunali del lavoro.


“Quelli raggiunti sono risultati nemmeno immaginabili fino a qualche anno fa – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – e si devono certamente alla capacità strategica dei nostri esperti di legislazione scolastica, ma anche dei legali che operano per Anief.




Come pure delle Rsu, dei terminali associativi e di tutti i sindacalisti Anief che non possiamo che ringraziare per l’impegno e il sostegno quotidiano. È un lavoro immenso, che sta producendo tantissime vittorie in tribunale, che si affianca a quello svolto per migliorare le regole ministeriali e le norme di legge, attraverso contrattazioni, audizioni, emendamenti e un estenuante lavoro con le istituzioni. Di sicuro, la nostra organizzazione è riuscita a fare riconoscere i diritti i negati, con risarcimenti cospicui e adeguamenti stipendiali”.



I ricorsi vinti in prevalenza dal sindacato Anief nell’ultimo periodo riguardano diversi punti, condotti sempre più di frequente in modalità collettiva: dalla Carta del docente negata ingiustamente ai precari, con casi di oltre 3.000 euro recuperati da ogni supplente, alla mancata applicazione della Retribuzione professionale docente per tutti coloro che stipulano con la scuola un contratto di breve durata; ma anche passando per la mancata monetizzazione delle ferie non godute, con il recupero dell’indennità sostitutiva per le ferie mai usufruite, fino alle ricostruzioni di carriera incomplete che tengono le fasce di stipendio al di sotto della propria.



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE












di LA REDAZIONE




SCARICA ORA L'APP DI ASCUOLAOGGI




Comments


bottom of page