top of page

TFA sostegno IX ciclo, sono 32.317 i posti. Prove preselettive: 7, 8, 9 e 10 maggio. Accesso diretto per docenti con tre anni di servizio.Lazio e Sicilia le regioni con più posti.DECRETO e POSTI (pdf)

Autorizzato l’avvio, per l’anno accademico 2023/2024, dei percorsi di formazione per il conseguimento della specializzazione sul sostegno. Tra le regioni con un numero maggiore di posti troviamo il Lazio e la Sicilia...






È autorizzato l’avvio, per l’anno accademico 2023/2024, dei percorsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità nella scuola dell’infanzia, nella scuola primaria, nella scuola secondaria di I grado e nella scuola secondaria di II grado.

I posti disponibili, autorizzati alle istituzioni per lo svolgimento dei percorsi in parola, sono 32.317 e sono indicati nella tabella A, che costituisce parte integrante e sostanziale del decreto.

Le modalità di espletamento delle prove di accesso, costituite da un test preselettivo, una o più prove scritte ovvero pratiche e da una prova orale, sono disciplinate dal decreto ministeriale 8 febbraio 2019, n. 92, e dal decreto interministeriale 7 agosto 2020, n. 90, citati in premessa. Gli aspetti organizzativi e didattici dei percorsi di formazione sono disciplinati dagli atenei con propri bandi.




Quando si svolgeranno i test preselettivi per l'accesso al TFA IX ciclo?


Le date di svolgimento dei test preselettivi sono fissate, per tutti gli indirizzi della specializzazione per il sostegno, per i giorni 7, 8, 9, 10 maggio 2024 nelle modalità di seguito indicate:

  • mattina del 7 maggio 2024 prove scuola dell’infanzia;

  • mattina del 8 maggio 2024 prove scuola primaria;

  • mattina del 9 maggio 2024 prove scuola secondaria I grado;

  • mattina del 10 maggio 2024 prove scuola secondaria II grado.

Gli atenei possono attivare i corsi in parola, anche prima che sia conclusa la fase di selezione per l’ammissione al ciclo IX, esclusivamente per i candidati che ai sensi dell’art. 4, comma 4, del decreto ministeriale 8 febbraio 2019, n. 92 sono ammessi direttamente al corso di specializzazione, secondo le modalità stabilite dalle singole università, restando fermi i termini di conclusione di cui all’art. 1, comma 6, del presente decreto.



Requisiti di accesso al TFA sostegno IX ciclo

Infanzia e primaria

  • diploma magistrale conseguito entro l’a. s. 2001/02

  • laurea in scienze della formazione primaria

Scuola secondaria

Se confermato quanto previsto per l'VIII ciclo i requisiti di accesso richiesti per la scuola secondaria sono:

  1. abilitazione specifica sulla classe di concorso oppure 

  2. laurea magistrale o a ciclo unico (oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso) più 24 CFU/CFA o abilitazione per altra classe di concorso/grado di istruzione

  3. diploma per ITP

Il MUR con una FAQ chiarì che i 24 CFU dovevano essere stati conseguiti entro il 31 ottobre 2022.

Nel 2023/2024 saranno ancora richiesti i 24 CFU?

Se dovesse essere confermata la necessità dei 24 CFU molti laureati rimarrebbero esclusi. Resta comunque alto il numero di precari triennalisti e di quanti sono in possesso del titolo di accesso congiunto ai 24 CFU.




Posti disponibili: 32.317 in totale

Distribuzione per grado di scuola

  • Scuola dell’infanzia: 3.232 posti (10%)

  • Scuola primaria: 7.552 posti (23%)

  • Scuola secondaria di primo grado: 8.944 posti (28%)

  • Scuola secondaria di secondo grado: 12.589 posti (39%)


Distribuzione per regione

Le regioni con il maggior numero di posti disponibili sono:

  • Lazio (6.323 posti)

  • Sicilia (5.000 posti)

Le regioni con il minor numero di posti disponibili sono:

  • Molise (360 posti)

  • Trentino-Alto Adige (100 posti)



La divisione regione per regione

Abruzzo: 882 posti

Basilicata: 400 posti

Calabria: 2.434 posti

Campania: 3.540 posti

Emilia-Romagna: 830 posti

Friuli-Venezia Giulia: 350 posti

Lazio: 6.326 posti

Liguria: 330 posti

Lombardia: 4.220 posti

Marche: 450 posti

Molise: 360 posti

Piemonte: 590 posti

Puglia: 2.750 posti

Sardegna: 450 posti

Sicilia: 5.000 posti

Toscana: 1.075 posti

Trentino-Alto Adige: 100 posti

Umbria: 250 posti

Valle d’Aosta: 50 posti

Veneto: 600 posti

Totale: 32.317 posti



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE












di LA REDAZIONE

Comentarios


bottom of page