top of page
SPONSORIZZATE FB.png

ALLERTA METEO AL SUD, SCUOLE CHIUSE. CHIUSURA O SOSPENSIONE DELLE LEZIONI. COME COMPORTARSI?(SCHEDA)

Elenco dei comuni nei quali sono state emanate ordinanze per disporre la chiusura delle scuole per ogni ordine e grado

Per giorno 23 novembre, causa allerta meteo, è stata disposta la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado in diversi comuni del sud .

Una nuova ondata di maltempo è in atto al sud. Il maltempo e i frequenti temporali hanno portato la Protezione Civile a dichiarare allerta arancione. Sulla base dei fenomeni atmosferici è stata valutata per la giornata di oggi, giovedì 23 novembre, l'allerta arancione su buona parte della Sicilia e sui settori ionici della Calabria. Valutata, inoltre, allerta gialla su Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, sul versante orientale della Sardegna e sui restanti territori di Calabria e Sicilia.

Il maltempo ha portato diversi sindaci ad emanare ordinanze per disporre la chiusura delle scuole. La situazione risulta più a rischio in Calabria e in Sicilia.


ELENCO DEI COMUNI NEI QUALI SONO STATE EMANAPER ORDINANZE PER DISPORRE LA CHIUSURA DELLE SCUOLE PER OGNI ORDINE E GRADO.

Calabria

Provincia di Catanzaro

  • Catanzaro

  • Amaroni

  • Botricello

  • Caraffa di Catanzaro

  • Chiaravalle

  • Cropani

  • Gasperina

  • Gimigliano

  • Girifalco

  • Marcedusa

  • Palermiti

  • Petronà

  • San Floro

  • Satriano

  • Sellia Marina

  • Settingiano

  • Soverato

  • Stalettì

  • Taverna di Catanzaro

Provincia di Cosenza

  • Acri

  • Cariati

  • Villapiana

Provincia di Crotone

  • Crotone

  • Caccuri

  • Cerenzia

  • Cirò

  • Cirò Marina

  • Belvedere di Spinello

  • Isola capo Rizzuto

  • Melissa

  • Mesoraca

  • Petilla Policastro

  • Roccabernarda

  • Rocca di Neto

  • Scandale

Provincia di Reggio Calabria

  • Bova Marina

  • Brancaleone

  • Bruzzano

  • Melito di Porto Salvo

  • Montebello Jonico

  • Palizzi

  • Roghudi

  • San Lorenzo

Provincia di Vibo Valentia

  • Serra San Bruno

  • San Nicola da Crissa

Campania

  • Benevento (Chiusa anche la villa comunale, i parchi cittadini e il cimitero comunale)

Sicilia

Provincia di Messina

  • Alì

  • Alì Terme

  • Antillo

  • Castelmola

  • Fiumedinisi

  • Forza d’Agrò

  • Furci Siculo

  • Gallodoro

  • Giardini Naxos

  • Itala

  • Letojanni

  • Limina

  • Mandanici

  • Mongiuffi Melia

  • Nizza di Sicilia

  • Pagliara

  • Roccalumera

  • Sant’Alessio Siculo

  • Santa Teresa di Riva

  • Savoca

  • Scaletta Zanclea

  • Taormina

Provincia di Catania

  • Aci Bonaccorsi

  • Aci Catena

  • Aci Castello

  • Acireale

  • Aci Sant’Antonio

  • Giarre

  • Mascali

  • San Gregorio di Catania

  • Valverde

Provincia di Siracusa

  • Rosolini

Nei casi di “chiusura’’ e di “sospensione delle lezioni’’, per maltempo o per altri eventi imprevedibili, come dovranno comportarsi studenti e personale scolastico?


“In occasione di eccezionali eventi atmosferici o per calamità naturali o per altre ragioni comunque imprevedibili (es. manutenzione straordinaria), prefetti e sindaci possono emettere provvedimenti di chiusura delle scuole o di sola sospensione delle lezioni per garantire la sicurezza o l’incolumità pubblica’’.


CHIUSURA TOTALE DELLA SCUOLA


Studenti:


In caso di chiusura totale della scuola tutti gli studenti restano a casa.



Personale docente e ATA:


• Cosa fa il personale: in caso di chiusura totale della scuola tutto il personale scolastico non deve recarsi a scuola.

• Come è considerata l’assenza dal servizio: tali assenze sono assimilate al servizio effettivamente e regolarmente prestato in quanto il dipendente non può eseguire la propria attività per cause esterne e non direttamente a lui imputabili.

• Qual è il principio giuridico: il principio giuridico di riferimento è statuito dall’art. 1256 del Codice civile, che recita: “L’obbligazione si estingue quando, per una causa non imputabile al debitore [nel nostro caso dipendente della scuola], la prestazione diventa impossibile. Se l’impossibilità è solo temporanea, il debitore, finché essa perdura, non èresponsabile del ritardo dell’adempimento”.



Nota bene:


• Il dirigente scolastico, in nessun caso, può imputare tali assenze a ferie, permesso personale, ore a recupero o ad altri istituti giuridici.

• Eventuali richieste di ferie, permessi o altri istituti giuridici eventualmente richiesti dal personale e coincidenti con i giorni di chiusura della scuola dovranno essere sospesi e quindi non imputabili al personale.

• Eventuali riunioni programmate coincidenti con i giorni di chiusura della scuola (es. collegio dei docenti, consigli di classe ecc.) dovranno essere sospese e quindi rinviate.

SOSPENSIONE DELLE LEZIONI PER STUDENTI E PERSONALE


Può accadere che l’ordinanza del Prefetto o sindacale preveda solo la sospensione delle lezioni e non la chiusura della scuola. Oppure, nei casi di un istituto situato su più plessi in comuni diversi, la chiusura o la sospensione delle lezioni è solo parziale interessando uno o più plessi ma non l’intera autonomia scolastica.


Sospensione delle lezioni per ordinanza prefettizia o sindacale (per tutta la scuola o solo in alcuni plessi):


In questo caso la scuola o il plesso rimangono aperti ma non si svolgono le lezioni:


• Gli studenti: restano a casa.

• Personale docente: vale quanto detto per i casi di chiusura della scuola. Per tale personale, infatti, sia con la chiusura della scuola che con la sola sospensione delle lezioni, non c’è alcun obbligo di servizio.


Per le riunioni collegiali (es. consigli di classe, collegio dei docenti ecc.) coincidenti con i giorni di sospensione delle lezioni, invece, non c’è l’obbligo di rinviarle in quanto la scuola è agibile e funzionante. Ciò non toglie che si possa valutare di sospenderle (scelta auspicabile).

• Personale ATA: presta servizio nel plesso assegnato ad inizio anno in cui le lezioni sono state solo sospese secondo il proprio orario di servizio.


Plessi dei comuni non compresi nell’ordinanza prefettizia o sindacale di chiusura o di sospensione delle lezioni:


In tali plessi si dovrà svolgere normale attività didattica e dunque questi edifici dovranno necessariamente rimanere aperti. Pertanto, docenti e personale ATA assegnati a tali plessi dovranno recarsi a scuola regolarmente e secondo il proprio orario di servizio. Studenti, personale docente e ATA dei plessi dei comuni eventualmente interessati dalla ordinanza di chiusura, restano, come detto, a casa, senza alcun obbligo di recupero dell’attività non svolta.


DIDATTICA A DISTANZA


In nessun caso è possibile attivare forme di didattica a distanza le quali hanno trovato spazio solo durante l’emergenza sanitaria in relazione a casi di contagio COVID-19.


CHIUSURA-DELLA-SCUOLA-O-SOSPENSIONE-DELLE-LEZIONI-PER-MALTEMPO-O-ALTRI-EVENTI-Scheda-UIL-S
.
Download • 145KB



di KATIA PIEMONTESE


contatti: redazione@ascuolaoggi.it - info@ascuolaoggi.it


SCARICA ORA L'APP DI ASCUOLAOGGI


SCARICA L'APP ASCUOLAOGGI PER APPLE

SCARICA L'APP ASCUOLAOGGI PER ANDROID