top of page

Mobilità 2024-2025: Posti vacanti dopo la mobilità e concorsi, ne resteranno scoperti quasi diciottomila. Tabelle per regione e classe di concorso (Cisl)

"Il fenomeno della mobilità fra province diverse risulta comunque molto contenuto rispetto al totale dei movimenti, rappresentandone appena il 7,5%; ciò è la..."



Com'era facilmente prevedibile, la maggior parte degli spostamenti avviene in direzione sud: a spostarsi (sia dal nord, sia dal centro) sono infatti 3.198 insegnanti, su un totale di 4.364 movimenti fra province diverse. Molto inferiore il numero dei movimenti verso il nord (526) e verso il centro (640). Le tendenze sono tutte confermate anche prendendo in considerazione i dati per ogni specifico grado di scuola.



Il fenomeno della mobilità fra province diverse risulta comunque molto contenuto rispetto al totale dei movimenti, rappresentandone appena il 7,5%; ciò è la logica conseguenza della scarsa presenza di posti vacanti nelle regioni del Mezzogiorno, fattore che ovviamente limita moltissimo la possibilità di ottenervi un trasferimento.



Più in generale, i dati della mobilità smentiscono clamorosamente gli allarmismi di chi paventa effetti sconvolgenti dei movimenti sulla continuità didattica: basti pensare che la percentuale del personale che cambia sede si servizio rappresenta il 7,26% del totale (assumendo come riferimento i 796.620 posti comuni e di sostegno in organico di diritto), dato che scende al 4,2% se si escludono i movimenti d'ufficio.


La segreteria nazionale CISL Scuola (Ufficio sindacale) ha elaborato alcune tabelle che illustrano in sintesi e in dettaglio i flussi della mobilità del personale docente, prendendo in considerazione le aree territoriali interessate dai movimenti interprovinciali.


MOBILITA-24-25-PER-AREE_01
.pdf
Scarica PDF • 1.16MB


TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE














di LA REDAZIONE




SCARICA ORA L'APP DI ASCUOLAOGGI




Comments


bottom of page