top of page

CONCORSO NAZIONALE MAD FOR SCIENCE: CONCLUSA LA 7° EDIZIONE

Il LIceo Galileo Galilei di Catania ha vinto il primo premio dal valore di 75 mila euro


Ad aggiudicarsi il primo premio della settima edizione del Concorso nazionale Mad for Science è stato il Liceo scientifico Galileo Galilei di Catania promosso dalla Fondazione DiaSorin, con il progetto “Per un pugno di arance: i lieviti come microrganismi di biocontrollo contro l'insorgenza di muffe sugli agrumi”. Nello specifico, il team, composto dagli studenti Simone Correnti, Simone Cutrona, Noemi Maria Fazio, Samuele Lombardo, Francesco Pieracciani e guidato dal professor Vincenzo Adornetto, ha vinto 75 mila euro per implementare il proprio biolaboratorio a partire dall'anno scolastico in corso.


Mentre il secondo posto è toccato all’ istituto tecnico tecnologico Duca degli Abruzzi di Elmas (Ca) con il progetto “Fire – Igniteminds”, al quale è stato riconosciuto un premio di 45 mila euro. Invece il terzo premio, che consiste in 30 mila euro, è stato aggiudicato dall’ istituto tecnico Da Vinci – Majorana di Mola di Bari, con il progetto “An early warning biosensor for in-situ monitoring of Ostreopsis ovata on the Apulia coast”. Il Premio Finalisti è toccato invece al liceo scientifico Galilei di Alessandria, all'istituto tecnico tecnologico Einaudi di Canosa di Puglia (Bt), al liceo scientifico Ciampoli - Spaventa di Atessa (Ch), al liceo scientifico Majorana di Rho (Mi) e all'istituto tecnico tecnologico De Viti - De Marco di Valenzano (Ba). Il premio consiste in 10 mila euro per ciascun istituto.



A valutare i progetti finalisti la Giuria presieduta da Francesca Pasinelli, presidente della Fondazione DiaSorin e direttore generale della Fondazione Telethon, e composta da Andrea Ballabio, direttore scientifico dell'Istituto Telethon di Genetica e Medicina (Tigem) di Pozzuoli, Alberto Bardelli, direttore scientifico dell'Istituto di Oncologia Molecolare della Fondazione Airc (Ifom) di Milano, Irene Bozzoni, professore ordinario di Biologia Molecolare all'Università La Sapienza di Roma e Ruggero Pardi, ordinario di Patologia Generale all'Università Vita Salute dell'Istituto San Raffaele di Milano.


Le scuole che hanno partecipato al contest nazionale hanno elaborato 5 esperienze didattiche laboratoriali sul tema delle “Biotecnologie verdi, blu e grigie per la salute delle persone e dell'ambiente” (nel codice colore delle biotecnologie, quelle verdi sono legate all'agricoltura, quelle blu all'ambiente marino e acquatico e quelle grigie al risanamento ambientale e alla biodiversità).


Nel conferire i premi ai vincitori, Francesca Pasinelli ha così commentato: “L'originalità e la qualità dei progetti che ogni anno vengono presentati dai team in gara riescono sempre a stupirci e a confermare le grandi potenzialità della ricerca e dei talenti in erba che abbiamo nel nostro Paese. Non è stato facile scegliere i vincitori dei tre premi. Il progetto presentato dal liceo scientifico Galileo Galilei di Catania si è distinto per aver individuato un problema reale e rilevante per l'economia agricola del territorio offrendo una possibile soluzione logica e facilmente riproducibile in laboratorio, le cui ricadute potranno tra l'altro generare nuove conoscenze sull'interazione tra diversi organismi”.



La Fondazione DiaSorin ha già presentato le novità dell'edizione 2024 del concorso Mad for Science, che si concentrerà sulla ricerca scientifica e quella biotecnologica, che possono essere un valido aiuto per la salute delle persone e dell'ambiente. Le scuole, dunque, saranno invitate a sviluppare progetti sul tema delle “Biotecnologie Rosse, Gialle e Bianche per la salute delle persone e dell'ambiente” (nel codice colore delle biotecnologie, quelle rosse sono legate ai campi della medicina e della salute, quelle gialle all'alimentazione e, infine, quelle bianche ai processi industriali e produttivi).


È possibile rivedere i momenti di avvicinamento alla finale sulla pagina Facebook Fondazione DiaSorin, sul profilo Instagram fondazionediasorin e attraverso gli hashtag ufficiali #fondazionediasorin e #madforscience2023, l’intera finale sarà invece disponibile sul canale YouTube della Fondazione DiaSorin.



di ISABELLA CASTAGNA


contatti: redazione@ascuolaoggi.it - info@ascuolaoggi.it


SCARICA ORA L'APP DI ASCUOLAOGGI




Comments


bottom of page