top of page
SPONSORIZZATE FB.png

Valditara s’impegna per trovare una soluzione agli idonei del concorso docenti 2020 mai assunti. Anief: chiediamo da tempo di fare prevalere la giustizia ed evitare situazioni di ulteriore contenzioso

"Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha ieri preso un impegno, durante un confronto con alcuni dei diretti interessati, di trovare una soluzione per gli idonei del concorso docenti..."



Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha ieri preso un impegno, durante un confronto con alcuni dei diretti interessati, di trovare una soluzione per gli idonei del concorso docenti 2020: si tratta di candidati, risultati idonei all’insegnamento, che pur in presenza di tantissimi posti liberi continuano a rimanere precari e adesso, una volta che verranno pubblicate le nuove graduatorie dei vincitori dei concorsi Pnrr, sono addirittura destinati ad essere scavalcati.



Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “le richieste degli idonei del concorso del 2020, come pure degli altri idonei risultati tali a seguito di altre procedure, sono sacrosante e vanno rispettate. Serve per loro una soluzione immediata, che prevenga possibili arretramenti nella scelta di coloro che hanno diritti ad essere convocati per l’immissione in ruolo. Noi, come sindacato autonomo rappresentativo, ricordo che abbiano portato avanti la causa dei tanti idonei dei concorsi in tutti i contesti possibili”.



“Anche, di recente, con un preciso emendamento al DDL 1752 ‘Conversione in legge del decreto-legge 2 marzo 2024, n. 19, recante ulteriori disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza’, abbiamo chiesto proprio una soluzione positiva a favore degli ‘idonei dei concorsi inseriti nelle graduatorie di merito’: ben venga, quindi, una risposta politica prima e legislativa poi, che faccia prevalere la giustizia ed eviti anche di creare situazioni di ulteriore contenzioso”, conclude Pacifico.



TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE














di LA REDAZIONE




SCARICA ORA L'APP DI ASCUOLAOGGI




Comments


bottom of page