top of page
SPONSORIZZATE FB.png

INPS, BORSE STUDIO PER "DOTTORATO DI RICERCA IN MATERIA DI INDUSTRIA 4.0''

Per poter conseguire l’assegnazione delle borse di studio, il candidato deve essere in possesso di tutti i requisiti previsti dall’Ateneo per l’ammissione al Dottorato di Ricerca per cui intende concorrere presso l’Ateneo prescelto



L'Inps ha pubblicato in data 21 dicembre 2023 il bando di concorso Dottorati di ricerca in materia di industria, sviluppo sostenibile, Inps e welfare per l'anno accademico 2023-2024 per l’erogazione di borse di studio in favore dei figli e orfani di Dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria delle Prestazioni creditizie e sociali e Pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici.


n° 51 borse di studio aggiuntive rispetto a quelle finanziate dal MUR, in favore dei figli e orfani di iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e di pensionati utenti della Gestione dipendenti pubblici, anno accademico 2023-2024, così suddivise:

I. dottorati innovativi – Intersettoriali, vertenti sulle tematiche dell’iniziativa “Industria 4.0”, caratterizzati dal forte interesse industriale e dal coinvolgimento di imprese che svolgano attività industriali dirette alla produzione di beni o di servizi in coerenza con la “Strategia Nazionale di Specializzazione Intelligente 2014- 2020” approvata dalla Commissione europea;

II. dottorati su tematiche dello sviluppo sostenibile;

III. dottorati su tematiche INPS, in particolare sugli argomenti distinti nelle seguenti 3 macroaree:


A) Trasformazione digitale della PA:


- Cyber Security: gestione dei rischi dovuti a diverse tipologie di attacchi (DDoS per interrompere servizi, intrusioni per ottenere accesso ai dati, estorsioni con ransomware) e ricerca di soluzioni integrate di predictive analytics per indentificare proattivamente minacce di sicurezza;


- Data Science: ricerca di correlazioni utili a migliorare la comprensione degli utenti basata su analisi di grandi volumi di dati strutturati e non; predizioni sul comportamento e preferenze degli utenti al fine di offrire un servizio personalizzato e affine alle esigenze dell’utente;


- Cryptography: ricerca e sviluppo di algoritmi e procedure atte a garantire anonimizzazione one-way di grandi volumi di dati strutturati e non;


- Artificial Intelligence: ricerca e sviluppo di algoritmi di Machine Learning basati sui modelli di deep learning di rete neurale, in particolare transformer, da applicare in ambiti quali classificazione testo, search cognitivo e chatbot, al fine di erogare servizi proattivi, innovativi e in linea con le aspettative degli utenti;


- User Experience: ricerca e sviluppo di pratiche che mettano in primo piano l’utente in ogni fase di un processo integrato di design fisico-digitale, con attenzione all’accessibilità e alla visualizzazione dell’informazione in ambienti di realtà aumentata e di futuro metaverso;


- Gestione strategica della trasformazione digitale.


B) Diritto del lavoro e previdenza sociale (discipline economiche, giuridiche e statistico attuariali):


- Comparazione degli apparati pubblici e sistemi di welfare a livello europeo;


- Analisi degli impatti delle riforme pensionistiche ed esame di possibili scenari di flessibilità di pensionamento;


- Il sistema di misurazione della performance con particolare riguardo all’esperienza in INPS;


- Ricognizione storica della normativa pensionistica in Italia, distinguendo quelle relative alla gestione pubblica e la gestione privata ed esame di possibili scenari di convergenza normativa;


- Analisi degli effetti delle modifiche legislative sul mercato del lavoro delle prestazioni occasionali; - Organizzazione aziendale.


C) Welfare - Ammortizzatori Sociali - Contrasto Evasione (discipline economiche, giuridiche e statistico attuariali):


- Analisi dell'impatto dell'emergenza covid-19 sul mercato del lavoro e sulle diseguaglianze (territoriali, di genere, di salute), tenuto conto degli interventi normativi di sostegno al reddito adottati;


- Analisi dell'impatto di salvaguardia occupazionale esercitato dall'ampliamento dell'utilizzo degli ammortizzatori, al fine di contribuire alla valutazione delle proposte di riforma attualmente in discussione ricognizione storica degli strumenti di protezione sociale introdotti in Italia, distinguendo tra quelli assicurativi e quelli prettamente assistenziali;


- Analisi degli impatti occupazionali delle politiche che incentivano il cambiamento tecnologico; - Analisi comparata a livello internazionale dell'impatto delle migrazioni sui mercati del lavoro interni ed effetti della sanatoria dei lavoratori migranti sull'inserimento nel mercato del lavoro formale;


- Analisi della diffusione delle imprese familiari in Italia, al fine di permettere un confronto delle dinamiche occupazionali tra imprese in cui il management venga selezionato all'interno di reti familiari ed imprese che invece reclutino i propri managers sul mercato;


- Struttura e dinamiche delle disuguaglianze retributive, distinguendo tra dotazioni alla nascita (genere, cittadinanza) ed effetti ambientali (famiglia di origine, luogo di nascita) per individuare quali modalità si rivelino più efficaci allo scopo di rivelare eventuali comportamenti opportunistici;


- Analisi di impatto della decontribuzione sull'occupazione (giovani, donne, Sud).


La borsa di studio riconosciuta dall’Istituto copre i costi di partecipazione al Dottorato di ricerca, di durata triennale, fino a un importo mensile di € 1.570,38 (al lordo di tutti gli oneri previdenziali), aumentato a € 2.355,58 mensile (al lordo di tutti gli oneri previdenziali) per ogni mese trascorso all’estero.


REQUISITI DI AMMISSIONE

Non sono ammessi al concorso i candidati che risultino già iscritti, nell’anno accademico 2023-2024, ad altri corsi di laurea, master, corsi di perfezionamento, scuole di specializzazione e dottorati diversi da quello per cui concorrono in forza del presente Bando.

Per poter essere ammessi al concorso, il candidato deve essere in possesso dei seguenti requisiti:


a) essere figlio o orfano di dipendente o pensionato iscritto alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali o di pensionato utente della Gestione Dipendenti Pubblici, così come indicato all’art. 2, comma 1;

b) avere un’età inferiore a 30 anni al momento della candidatura al dottorato:

c) essere inoccupato alla data di pubblicazione;

d) aver presentato, presso l’Ateneo prescelto, domanda di iscrizione al Dottorato di Ricerca per cui si intende richiedere la borsa di studio.


PRESENTAZIONE DOMANDA

La domanda per ottenere la borsa di studio deve essere presentata dal soggetto richiedente direttamente all’Ateneo presso il quale si svolge il dottorato di ricerca.

Le domande devono essere presentate dallo studente Richiedente entro i termini di scadenza previsti per ciascun Bando relativo al Dottorato di ricerca di interesse, pubblicato a cura degli Atenei. La domanda deve essere corredata di un’autocertificazione di essere figlio o orfano di dipendente o pensionato iscritto alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali o di figlio o orfano di pensionato utente della Gestione Dipendenti Pubblici.


Bando di concorso Dottorati di ricerca a a 2023-2024
.pdf
Scarica PDF • 283KB



di KATIA PIEMONTESE


contatti: redazione@ascuolaoggi.it - info@ascuolaoggi.it


SCARICA ORA L'APP DI ASCUOLAOGGI


SCARICA L'APP ASCUOLAOGGI PER APPLE

SCARICA L'APP ASCUOLAOGGI PER ANDROID

Comments


bottom of page