top of page
SPONSORIZZATE FB.png

Test salivari per un ritorno a scuola in sicurezza


A breve avranno inizio le lezioni didattiche e per poter riprendere servizio in sicurezza, il personale docente e Ata dovranno presentarsi a scuola con la certificazione verde, noto come Green pass, mentre per tutti gli scolari della scuola primaria e secondaria di primo grado si dovranno attuare nuovi metodi di tracciamento. In merito, l’Istituto Superiore di Sanità prevede un nuovo piano che consiste la ripetizione di test salivari ogni 15 giorni su un campione di classi sentinella, questo sarà necessario per avere un controllo costante per probabili fonti di contagio. Questa metodologia dovrebbe attivarsi gradualmente dalla ripresa delle attività per poi essere ben operativo nella prossima stagione. La ricercatrice Anna Teresa Palamara, in una sua intervista al Corriere della Sera ha spiegato che: “Il piano di monitoraggio è basato su scuole sentinella primarie e secondarie (elementari e medie) individuate dalle Regioni. Un certo numero di studenti verrà sottoposto a test salivari periodici che poi verranno analizzati con la tecnica molecolare” poi continua il suo intervento “Stiamo lavorando insieme alle Regioni perché la raccolta della saliva possa avvenire a casa – aggiunge – con semplici dispositivi per il campionamento, e le provette vengano raccolte in centri sul territorio da dove verranno inviate ai laboratori di riferimento”.




Comments


bottom of page