top of page
SPONSORIZZATE FB.png

È MORTO IL PILOTA STATUNITENSE CHE LANCIAVA CARAMELLE AI BAMBINI

Il “bombardiere di caramelle”, così denominato il pilota USA passato alla storia per aver lanciato caramelle ai bambini di Berlino durante l’embargo dell’Unione Sovietica


Si è spento a 101 anni Gail Halvorsen, il pilota Americano passato alla storia per aver lanciato caramelle e gomme da masticare ai bambini di Berlino, durante l’embargo imposto dall’Unione Sovietica nel 1948. Il suo fu un gesto seguito da altri commilitoni che ne presero esempio.


Halvorsen era nato nello Utah, il 10 ottobre 192, nella cittadina di Garland, cresciuto durante la Grande Depressione degli anni ’30, ha avuto un’infanzia povera.

La sua vita cambiò quando cinque mesi dopo il bombardamento di Pearl Harbor: l’America entrò a far parte della seconda guerra mondiale e si arruolò nell’Aeronautica come aviatore.


Stati Uniti d’America ed alleati, missione “il ponte di Berlino”.



Alla fine della Seconda Guerra Mondiale, gli alleati organizzarono l’operazione umanitaria per portare rifornimenti ai 2,5 milioni di abitanti di Berlino Ovest, impoveriti dal conflitto ed impossibilitati a ricevere qualsiasi tipo di aiuto esterno visto i blocchi agli accessi della città da parte dei Sovietici.

Piloti eroi


Furono lanciati 2,5 milioni di tonnellate di merci con oltre 270.000 voli alleati, con la perdita di 78 piloti impegnati a consegnare cibo e aiuti di prima necessità alla popolazione di Berlino.



Il bombardiere di caramelle.


In un’intervista di 10 anni fa, Halvorsen raccontò:


"Anche se volavo giorno e notte, con il ghiaccio e sotto la neve... ero felice quando vedevo l'espressione dei bambini che aspettavano i paracaduti. Ne andavano matti".


Sfidò l’embargo Sovietico lanciando piccoli paracaduti riempiti con caramelle e dolciumi vari, ispirando altri piloti a fare lo stesso.


di CARLO VARALLO

contatti: redazione@ascuolaoggi.it - info@ascuolaoggi.it


Yorumlar


bottom of page