top of page

IL MINISTRO DELL’ISTRUZIONE E DEL MERITO, GIUSEPPE VALDITARA, AL FORUM PA 2023

Il Video


Durante la seconda giornata del tradizionale evento dedicato alla Pubblica Amministrazione, il Ministro Valditara ha parlato delle novità in campo per la scuola, a partire dal Piano di semplificazioni recentemente approvato.


“Voglio dare la mia solidarietà all’Emilia-Romagna. Le scuole di Forlì e di Ravenna sono chiuse, stiamo monitorando la situazione.

Il tema della semplificazione è un tema doveroso, un tema fondamentale. La semplificazione inizia con il decreto di febbraio, riguarda proprio l’attuazione PNRR toccando il tema degli asili e delle scuole dell’infanzia per consentire di raggiungere gli obiettivi che sono stati prefissati.

Il piano di semplificazione riguarda più in generale la scuola: come ad esempio la necessità di regolarizzare sempre più l’anno scolastico con più docenti in cattedra da subito, abbattere i tempi di pagamento dei supplenti, eliminare gli adempimenti per i docenti.

Ci sono semplificazioni importanti anche per le famiglie e per i pensionamenti.

Tutta una serie di semplificazioni in 20 mosse, che sono state anche particolarmente apprezzate dai sindacati.



Uno dei temi che sono stati inseriti nella risoluzione conclusiva, e che è stata condivisa da tutti i principali paesi del G7, è stato il tema della personalizzazione dell’insegnamento: la vera rivoluzione del merito, valorizzare i talenti.

Io credo fortemente che bisogna superare quella cognizione novecentesca dove c’è un unico modello di intelligenza, tutti i modelli di intelligenza devono essere valorizzati.

Per rendere la personalizzazione sempre più efficace è necessario che ci sia un collega che organizza e coordina la stessa personalizzazione.

L’idea di collegare il mondo della scuola il mondo dell’impresa è un’idea che è realizzata in tutti i principali paesi, è talmente scontata che suona stonata una perplessità su questo punto.

Il tema dell’educazione civica è un tema importante. Quest’anno sono 75 anni della nostra Costituzione.

Se mettiamo al centro la persona noi dobbiamo capire che questa persona va rispettata e valorizzata iniziando dai nostri studenti e dei nostri insegnanti.

Dobbiamo ritornare alla cultura del rispetto delle nostre scuole e delle nostre classi, ripristinando un ambiente sereno e sicuro.

Dobbiamo rimettere il docente al centro della società, culturalmente e economicamente.”




di VALENTINA ZIN


contatti: redazione@ascuolaoggi.it - info@ascuolaoggi.it


SCARICA ORA L'APP DI ASCUOLAOGGI






Comments


bottom of page