top of page

VALDITARA: "ALLA BASE DELLA SCUOLA CI SONO PRINCIPALMENTE I VALORI DELLA LIBERTÀ E DEL LAVORO"

"L'istruzione deve far emergere i talenti e le potenzialità di ognuno, fornire ai giovani gli strumenti per poter realizzare le proprie aspirazioni e i propri sogni".






Il Ministro dell'Istruzione e del merito, Giuseppe Valditara, anche quest'anno ha preso parte all’inaugurazione della fiera Didacta 2024 a Firenze.


"Alla base della scuola ci sono principalmente i valori della libertà e del lavoro. E la libertà coincide con la crescita culturale, che permette allo studente di realizzarsi come cittadino maturo e responsabile, libero da condizionamenti. L'istruzione deve far emergere i talenti e le potenzialità di ognuno, fornire ai giovani gli strumenti per poter realizzare le proprie aspirazioni e i propri sogni", queste le parole del Ministro dell'Istruzione e del Merito che desidera realizzare una didattica innovativa, mettendo al centro i giovani, stimolando la loro curiosità, ampliando il loro sapere ma soprattutto supportandoli in una crescita personale e formativa, garantendone libertà ed autonomia, alla luce della loro maturità e responsabilità. L'unico strumento per permettere ai giovani di affermarsi consapevolmente, di formare la propria personalità, realizzando tutti gli obiettivi prefissati, alla luce delle inclinazioni e delle potenzialità di ognuno di loro, è proprio l'istruzione.



Il Ministro, inoltre, sostiene che: "Didacta Italia è un appuntamento fondamentale perché ogni anno presenta le migliori pratiche per poter attuare tutto questo: esperienze a confronto, nuove tecnologie, incontri e dibattiti ad altissimo livello tra tutti i protagonisti del mondo della scuola. Anche in questa edizione il Ministero dell’Istruzione e del Merito è protagonista su temi chiave per la formazione di oggi, come la riforma dell’istruzione tecnico-professionale e l’utilizzo corretto dell’Intelligenza artificiale".



Si ricordi, infatti, che è sempre imprescindibile la prospettiva dalla quale si guarda e che anche l'intelligenza artificiale, se utilizzata correttamente, ponendo al centro il docente, in quanto uomo, può essere di aiuto in un'ottica di riforma dell'istruzione, non perdendo mai di vista il concetto di "scuola umanizzata"; una scuola che pone al centro la persona, in quanto tale, senza alcuna distinzione o discriminazione ma garantendone la piena formazione, donando ad ogni studente gli strumenti idonei per poter scegliere consapevolmente, liberamente e senza alcun tipo di condizionamento.






TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE










di VALENTINA TROPEA


contatti: redazione@ascuolaoggi.it - info@ascuolaoggi.it


SCARICA ORA L'APP DI ASCUOLAOGGI


SCARICA L'APP ASCUOLAOGGI PER APPLE

SCARICA L'APP ASCUOLAOGGI PER ANDROID

Comments


bottom of page