top of page

Scuola: in Italia la cultura patriarcale è viva, per Schlein "solo i docenti formati possono salvare i giovani. Servono risorse nella formazione degli operatori"

La Elly Schlein ha affermato: “Servono risorse nella formazione degli operatori per riconoscere i segnali e partire con l’educazione al rispetto e alle differenze in tutti i cicli..."



In molte famiglie italiane la cultura patriarcale la fa ancora da padrona. Donne messe in secondo piano con i capifamiglia in cima alla “piramide”. Un modello che non prevede il pieno rispetto dell’altro.


Quando se ne parla risulta essere così anacronistico da sembrare lontano da noi, ma purtroppo non è così. Anzi, prevale alla grande e a pensarla così è anche Elly Schlein, segretaria del Partito Democratico, che intervenendo a "È sempre Cartabianca", su Rete 4, ha asserito che ancora oggi in Italia “cresciamo in una cultura profondamente patriarcale”. Nei vari passaggi ha spiegato l’importanza della formazione culturale e della scuola per superare questo modello anacronistico.



La Elly Schlein ha affermato: “Al di là delle misure che si possono prendere dopo, c’è un pezzo che manca che è la prevenzione: servono risorse nella formazione degli operatori per riconoscere i segnali e partire con l’educazione al rispetto e alle differenze in tutti i cicli scolastici”.

Il riferimento al ruolo della scuola è evidente e il ruolo dei docenti è determinante, devono essere sensibilizzati e preparati sul come gestire e superare le convinzioni errate sulla supremazia dell'uomo sulla donna. Una sensibilità che deve puntare alla valorizzazione e al rispetto della diversità in assoluto. Temi fondamentali che incidono tanto sull'inclusione scolastica, fino al punto che se non vengono rispettati il processo di inclusione non può essere perseguito. In definitiva proprio il concetto di superiorità esprime la sua pienezza nell'escludere.






TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE











di LA REDAZIONE




SCARICA ORA L'APP DI ASCUOLAOGGI




コメント


bottom of page