top of page

PERCORSI ABILITANTI 30 E 60 CFU AL VIA, ECCO IL BANDO DELL’UNIVERSITÀ DI BARI: DOMANDA DI PARTECIPAZIONE PER VIA TELEMATICA. SCADENZA 14 GIUGNO

Percorsi abilitanti 30 e 60 CFU: anche l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, in collaborazione con il Politecnico di Bari e l’Accademia di Belle Arti di Bari, ha...



Percorsi abilitanti 30 e 60 CFU: anche l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, in collaborazione con il Politecnico di Bari e l’Accademia di Belle Arti di Bari, ha provveduto a pubblicare il bando riguardante l’attivazione dei percorsi universitari e accademici di formazione iniziale e di abilitazione dei docenti di posto comune, compresi gli insegnanti tecnico pratici, della scuola secondaria di secondo grado per l’anno accademico 2023/2024, di cui all’art.2- bis del Decreto legislativo n.59 del 2017. 


La struttura di riferimento preposta al coordinamento delle attività organizzative dei percorsi sopra citati è il Centro Multidisciplinare per la Formazione all’Insegnamento Secondario (DIDASCO) istituito presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, in ottemperanza a quanto stabilito dal DPCM del 4.08.2023.


L’offerta formativa dei percorsi universitari e accademici di formazione iniziale e di abilitazione dei docenti erogata, di cui al D.M. 621/2024, è articolata come segue: 


a) percorso universitario o accademico abilitante di formazione iniziale di 60 CFU/CFA ai sensi dell’art. 2-bis del decreto legislativo n. 59 del 2017 e all’art. 7, comma 2 del DPCM 4 agosto 2023;


b) percorso universitario o accademico abilitante di formazione iniziale di 30 CFU/CFA ai sensi dell’art. 2-ter, comma 4-bis e dell’art. 13, comma 2, del decreto legislativo n. 59 del 2017 e dell’art. 7, comma 6, del DPCM 4 agosto 2023; 


c) percorso universitario o accademico di formazione iniziale di 30 CFU/CFA ai sensi dell’art. 18-bis, comma 3, primo periodo del decreto legislativo n. 59 del 2017 e dell’art. 14, comma 2, del DPCM 4 agosto 2023 (destinato a laureati che acquisiscono i 30 CFU utili come titolo di accesso al secondo concorso della fase transitoria (PNRR)



Requisiti di ammissione 

Sono ammessi al percorso universitario o accademico abilitante di formazione iniziale di 60 CFU/CFA, percorso A, ai sensi dell’art. 2-bis del decreto legislativo n. 59 del 2017 e all’art. 7, comma 2 del DPCM 4 agosto 202, alle rispettive selezioni, i candidati in possesso di uno dei seguenti requisiti


Scuola Secondaria di primo e secondo grado

1. diploma di laurea vecchio ordinamento (ex lege 341/90) o laurea specialistica/magistrale conseguita ai sensi dei DD.MM. 509/1999 e 270/2004 oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica coerente con i requisiti di ammissione ad una classe di concorso per la scuola secondaria così come previsto dal D.P.R. 14/02/2016, n. 19 e dal D.M. 09/05/2017, n. 259


2. diploma di istruzione secondaria di secondo grado coerente con una delle classi di concorso secondo quanto previsto dal D.P.R. 14/02/2016, n. 19, Tabella B, e dal D.M. 09/05/2017, n. 259, Tabella B


3. essere regolarmente iscritti ad un Corso di Laurea Magistrale e/o Specialistica


4. essere regolarmente iscritti ad un Corso di Laurea Magistrale a Ciclo unico e, entro il termine di presentazione della domanda di iscrizione al percorso, aver maturato almeno 180 crediti. 


E’ obbligatorio aver conseguito il diploma di Laurea Magistrale/Magistrale a Ciclo unico entro la data prevista per la prova finale di abilitazione del percorso (DPCM del 4 agosto 2023, art. 2-ter, c.1).


Sono ammessi al percorso universitario o accademico abilitante di formazione iniziale di 30 CFU/CFA, percorso C, ai sensi dell’art. 18-bis, comma 3, primo periodo del decreto legislativo n. 59 del 2017 e dell’art. 14, comma 2, del DPCM 4 agosto 2023, alle rispettive selezioni, i candidati in possesso di uno dei seguenti requisiti:


Scuola Secondaria di primo e secondo grado

1. diploma di laurea vecchio ordinamento (ex lege 341/90) o laurea specialistica/magistrale conseguita ai sensi dei DD.MM. 509/1999 e 270/2004 oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica coerente con i requisiti di ammissione ad una classe di concorso per la scuola secondaria così come previsto dal D.P.R. 14/02/2016, n. 19 e dal D.M. 09/05/2017, n. 259;

2. diploma di istruzione secondaria di secondo grado coerente con una delle classi di concorso secondo quanto previsto dal D.P.R. 14/02/2016, n. 19, Tabella B, e dal D.M. 09/05/2017, n. 259, Tabella B.


I candidati possono presentare domanda di partecipazione per percorsi relativi alla medesima classe di concorso in una sola istituzione.

  

I candidati in possesso di titolo di studio non abilitante conseguito all’estero, sono ammessi a partecipare ai percorsi di formazione, previa presentazione del titolo direttamente presso l’istituzione di interesse, che lo valuterà ai fini dell’ammissione, secondo le norme vigenti in materia di ammissione di studenti stranieri ai corsi di studio nelle università e nelle istituzioni AFAM italiane. Tutti i candidati sono ammessi con riserva alla procedura concorsuale. L’Amministrazione può disporre in ogni momento, con provvedimento motivato, l’esclusione per difetto dei requisiti prescritti ovvero per dichiarazioni mendaci; tale provvedimento verrà notificato all’interessato.




Articolazione dei percorsi


I percorsi formativi saranno erogati in presenza e, con una percentuale massima stabilita, in modalità telematica sincrona, ad esclusione delle attività di Laboratorio e Tirocinio che si devono svolgere esclusivamente in presenza (D.lgs. n. 59/2017, art. 18-bis, comma 6-bis), a partire dal 15 luglio 2024.


Per accedere alla prova finale di abilitazione è obbligatorio almeno il 70% di presenza per ogni attività formativa (art. 7 comma 7 del DPCM del 04 agosto 2023).


Coloro che risulteranno regolarmente immatricolati a un percorso, potranno chiedere il riconoscimento di attività universitarie e accademiche ai sensi dell’art.8 del DPCM del 04 agosto 2023., che recita: "1. Ai fini del conseguimento dei CFU o CFA di cui all’art. 7, comma 2, sono riconosciuti ventiquattro CFU o CFA conseguiti entro il 31 ottobre 2022 sulla base del previgente ordinamento, fermi restando almeno dieci CFU o CFA di tirocinio diretto.

Ai fini del completamento del percorso di formazione iniziale, l’offerta formativa è definita dall’allegato 5 al presente decreto, di cui è parte integrante ed essenziale.

2. I CFU e i CFA conseguiti nei corsi di studio universitari o accademici, se coerenti con il profilo di cui all’allegato A al presente decreto, possono essere riconosciuti secondo le linee guida di cui all’allegato B al presente decreto, di cui è parte integrante ed essenziale.”.

Saranno riconosciute esclusivamente le attività formative acquisite a partire dall’A.A. 2014/2015.


Posti riservati

Per l’accesso al I Ciclo dei percorsi universitari e accademici di formazione iniziale e abilitazione di 30 CFU/CFA, percorso B, di cui all’articolo 2-ter, comma 4-bis del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, per l’anno accademico 2023/2024, è riservata il 40% dei posti autorizzati a:

- coloro che hanno svolto servizio presso le istituzioni scolastiche statali o presso le scuole paritarie per almeno tre anni, anche non continuativi, di cui almeno uno nella specifica classe di concorso per la quale scelgono di conseguire l’abilitazione nei cinque anni precedenti, escluso l’anno scolastico in corso;

- coloro che hanno sostenuto la prova concorsuale relativa alla procedura straordinaria di cui all’art. 59, comma 9-bis, del decreto legge 25 maggio 2021, n.73 Nell’ambito della suddetta quota di riserva, il 5 per cento dei posti autorizzati è destinato ai titolari di contratti di docenza nell’ambito di percorsi di istruzione e formazione professionale delle regioni i quali partecipano ai percorsi universitari e accademici di formazione iniziale e abilitazione di 60 CFU/CFA.

I predetti soggetti accedono direttamente ai percorsi in parola, tuttavia, qualora le domande superino la quota di riserva dei posti autorizzati, la selezione dei candidati è effettuata secondo i criteri indicati nell’allegato A del D.M. 620 del 22/04/2024.

I candidati possono presentare domanda di partecipazione per percorsi relativi alla medesima classe di concorso in una sola istituzione.



Pubblicazione elenchi

La valutazione dei titoli sarà resa nota il 25/06/2024.

I candidati possono, eventualmente, proporre ricorso avverso la predetta valutazione entro il 28/06/2024, inoltrando apposita istanza all’indirizzo universitabari@pec.it (si precisa che questa casella riceve messaggi anche da caselle di posta elettronica ordinaria).

Nell’oggetto dovrà essere specificato “Rivalutazione titoli riserva posti– Percorsi Formazione Iniziale – Classe di Concorso _________”. Dette istanze saranno inviate alle competenti Commissioni per i relativi riscontro. Successivamente, con provvedimento rettorale, saranno approvati gli atti e le relative graduatorie di merito.

Detto provvedimento sarà reso noto il 04 luglio 2024, mediate pubblicazione sul seguente link: https://reclutamento.ict.uniba.it/selezione-pf30-pf60.



Domanda di iscrizione e termine di presentazione


FASE 1 - La domanda di partecipazione, nonché i documenti ritenuti utili per il concorso, devono essere presentati in relazione alla selezione scelta, a pena di esclusione, per via telematica, utilizzando l'applicazione informatica dedicata alle pagine: https://pica.cineca.it/uniba/2024cfu60/ https://pica.cineca.it/uniba/2024cfu30ris/


La piattaforma sarà attiva dalle ore 12:00 del giorno 30 maggio 2024. I termini per la presentazione delle domande di partecipazione scadranno alle ore 23:59 del giorno 14/06/2024.


Il candidato, purché in possesso dei requisiti di ammissione può partecipare alla selezione per diverse classi di abilitazione compilando distinte domande ed effettuando distinti versamenti del contributo di iscrizione alla selezione (uno per ciascuna procedura a cui si intende partecipare). L'applicazione informatica richiederà necessariamente il possesso di un indirizzo di posta elettronica per poter effettuare l'auto registrazione al sistema. Il candidato dovrà inserire tutti i dati richiesti per la produzione della domanda ed allegare i documenti esclusivamente in formato elettronico PDF.


La domanda di partecipazione deve essere compilata, secondo quanto indicato nella procedura telematica, e includere obbligatoriamente copia di un documento d'identità in corso di validità.


Effettuato il versamento il candidato dovrà inoltrare la domanda e accertarsi che lo stato della stessa passerà dalla modalità “bozza” alla modalità “presentata”;

la presentazione telematica della domanda di partecipazione è certificata dal sistema informatico mediante ricevuta che verrà automaticamente inviata via e-mail. Allo scadere del termine utile per la presentazione, il sistema non permetterà più l'accesso al modulo elettronico e l'invio dello stesso. Non saranno prese in considerazione le domande lasciate nello stato di “bozza” pur avendo effettuato il relativo versamento.

Ad ogni domanda verrà attribuito un numero identificativo che, unitamente al codice concorso indicato nell'applicazione informatica, dovrà essere specificato per qualsiasi comunicazione successiva.

Nel caso di accesso alla piattaforma a mezzo SPID, la procedura non richiederà la sottoscrizione della domanda di iscrizione; in tutti gli altri casi la domanda dovrà essere sottoscritta.



La presentazione della domanda di partecipazione dovrà essere perfezionata e conclusa secondo le seguenti modalità:


mediante firma digitale, utilizzando smart card, token USB o firma remota, che consentano al titolare di sottoscrivere documenti generici utilizzando un software di firma su PC oppure un portale web per la Firma Remota resi disponibili dal Certificatore. Chi dispone di una smart card o di un token USB di Firma Digitale potrà verificarne la compatibilità con il sistema di Firma Digitale integrato nel sistema server. In caso di esito positivo il titolare potrà sottoscrivere la domanda direttamente sul server (es. ConFirma);

chi non dispone di dispositivi di firma digitale compatibili e i Titolari di Firme Digitali Remote che hanno accesso a un portale per la sottoscrizione di documenti generici, dovranno salvare sul proprio PC il file PDF generato dal sistema e, senza in alcun modo modificarlo, firmarlo digitalmente in formato CAdES: verrà generato un file con estensione.p7m che dovrà essere nuovamente caricato sul sistema.


Qualsiasi modifica apportata al file prima dell'apposizione della Firma Digitale impedirà la verifica automatica della corrispondenza fra il contenuto di tale documento e l'originale e ciò comporterà l'esclusione della domanda;


in caso di impossibilità di utilizzo di una delle opzioni sopra riportate il candidato dovrà salvare sul proprio PC il file PDF generato dal sistema e, senza in alcun modo modificarlo, stamparlo e apporre la firma autografa completa sull'ultima pagina dello stampato. Tale documento completo dovrà essere prodotto in PDF via scansione. e il file così ottenuto dovrà essere caricato sul sistema.



I candidati in possesso di titolo di studio non abilitante conseguito all’estero, dovranno produrre copia del titolo posseduto e la relativa dichiarazione di valore. La partecipazione al concorso comporta il versamento di un contributo pari a € 100,00, non rimborsabile a qualsiasi titolo (es. esclusione, rinuncia, ecc.), attesa la sua destinazione in qualsivoglia evenienza.


Il candidato dovrà effettuare il pagamento della tassa cliccando sul pulsante “Paga con Pago PA” e scegliere una delle seguenti modalità online di pagamento:

Carta di credito/debito: per il pagamento con le carte

Conto corrente: per l’addebito diretto sul proprio conto

− Altri Metodi di pagamento: ad esempio PayPal o Satispay.


Si precisa, inoltre, che non costituisce iscrizione alla selezione l’aver effettuato il pagamento del contributo di euro 100,00 entro il termine del 14/06/2024, in assenza della compilazione della domanda di partecipazione secondo le modalità espressamente previste.


Una volta presentata la domanda e ricevuta la mail di conferma, non sarà più possibile effettuare modifiche; tuttavia, il candidato può ritirare la domanda cliccando nella pagina iniziale (cruscotto) il tasto “Ritira” compilando l’apposito form; se il bando non è ancora scaduto, sarà possibile presentare una nuova domanda. In tal caso il pagamento effettuato per la domanda ritirata potrà essere trasferito sulla nuova domanda. Non sono accettate le domande sottoscritte con le modalità diverse da quelle previste o inviate con modalità diverse da quella telematica.

La procedura informatica potrebbe subire momentanee sospensioni per esigenze tecniche; in caso di problemi tecnici è possibile contattare il supporto dedicato inviando una richiesta al seguente indirizzo e-mail: uniba@cineca.it esclusivamente in orario d’ufficio.


Fase 2 - I candidati che hanno presentato regolare domanda sul Portale PICA, dovranno, altresì, iscriversi obbligatoriamente via web sul portale ESSE3 per la/le relativa/e procedura/e a partire dalla data (25/06/2024) di pubblicazione dell’esito della valutazione dei titoli ed entro il giorno 1° luglio 2024. Tale iscrizione è necessaria ai fini della eventuale successiva immatricolazione al corso. La procedura, attiva 24 ore su 24, è accessibile da qualsiasi pc collegato in rete seguendo le modalità di seguito indicate: 1. accedere ai servizi di segreteria online attraverso il seguente link http://www.uniba.it/studenti/segreteria-on-line, quindi dalla voce MENU posta in alto a destra, selezionare Registrazione o Registrazione con SPID o Registrazione con CIE, se non ci si è mai registrati come studenti dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, o effettuare il Login, se si è già in possesso di credenziali valide per l’Ateneo; è obbligatorio indicare, durante la compilazione guidata della domanda, un indirizzo di posta elettronica al fine di poter recuperare le proprie credenziali e/o per ricevere eventuali comunicazioni;



2. procedere all’iscrizione inserendo tutti i dati richiesti. In caso di anomalie del sistema Esse3 i candidati, indicando come destinatario il Centro Servizi Informatici, potranno aprire una segnalazione di malfunzionamento tramite il form online Segnalazione disponibile al seguente indirizzo: http://segnalazioni.ict.uniba.it/segnalazione.


È responsabilità del candidato verificare la corretta conclusione della procedura di compilazione della domanda.


L’iscrizione ai percorsi di formazione per il conseguimento dell’abilitazione comporta il pagamento della quota di iscrizione per i relativi percorsi di formazione come di seguito specificato:


Percorso PF60 – Percorso A e ai candidati titolari di contratti di docenza nell’ambito di percorsi di istruzione e formazione professionale delle regioni:

  • euro 2.500,00: La prima rata, pari a euro 1.500,00, comprensiva di imposta di bollo di euro 16,00, dovrà essere versata all’atto dell’iscrizione ai predetti percorsi di formazione. La seconda rata, pari ad euro 1.000,00, dovrà essere versata all’atto della presentazione della domanda di ammissione all’esame finale.

  • euro150,00 per tassa di ammissione all’esame finale per il conseguimento dell’abilitazione di cui trattasi.


Percorso PF30 – Percorso B e C

  • euro 2.000,00: La prima rata, pari a euro 1.200,00, comprensiva di imposta di bollo di euro 16,00, dovrà essere versata all’atto dell’iscrizione ai predetti percorsi di formazione. La seconda rata, pari ad euro 800,00, dovrà essere versata all’atto della presentazione della domanda di ammissione all’esame finale.

  • euro150,00 per tassa di ammissione all’esame finale per il conseguimento dell’abilitazione.


Per gli studenti iscritti regolarmente a corsi di studio presso le istituzioni universitarie e istituzioni AFAM e i vincitori del concorso di cui all’art. 13 comma 2 del Decreto Legislativo n. 59/2017, nonché coloro che abbiamo conseguito i 24 CFU/CFA entro il 31/10/2022:


  • euro 2.000,00: La prima rata, pari a euro 1.200,00, comprensiva di imposta di bollo di euro 16,00, dovrà essere versata all’atto dell’iscrizione ai predetti percorsi di formazione. La seconda rata, pari ad euro 800,00, dovrà essere versata all’atto della presentazione della domanda di ammissione all’esame finale.

  • euro150,00 per tassa di ammissione all’esame finale per il conseguimento dell’abilitazione di cui trattasi. Per beneficiare di eventuali esoneri totali o parziali si rinvia al Regolamento sulla contribuzione studentesca, sez. V, art. 44, consultabile al seguente link https://www.uniba.it/it/regolamentocontribuzione-studentesca-2023-2024.


SCARICA IL BANDO

bando-30-60-cfu
.pdf
Scarica PDF • 171KB




TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE


















di VALENTINA TROPEA



SCARICA ORA L'APP DI ASCUOLAOGGI




Comments