top of page
SPONSORIZZATE FB.png

CELEBRATI I CENTO ANNI DELL’AERONAUTICA MILITARE ITALIANA

Messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Luca Goretti


Celebrati questa mattina intorno alle ore 11:00, presso la Terrazza del Pincio, a Roma, i 100 anni dell’Aeronautica Militare Italiana. A presenziare alla cerimonia, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al quale ha rivolto un messaggio al Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare e Generale di Squadra Aerea, Luca Goretti.

Alla cerimonia presenti il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Amm. Giuseppe Cavo Dragone e il Ministro della Difesa, Guido Crosetto.

Durante il corso della manifestazione, il Presidente Mattarella, coadiuvato dal Ministro della difesa, ha consegnato l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine militare d’Italia alla Bandiera di Guerra dell’Aeronautica militare.

Al termine della manifestazione, il sorvolo dei velivoli dell’Aeronautica militare e delle Frecce Tricolori.

Messaggio del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella:

«Passione, spirito di squadra, senso del dovere, hanno segnato il primo secolo di storia dell'Aeronautica Militare.

In questo giorno speciale rivolgo il mio omaggio alla Bandiera di Guerra della Forza Armata, emblema del sacrificio e del valore di coloro che hanno servito l'Italia con coraggio e abnegazione.

Agli aviatori caduti nell'adempimento del proprio dovere va il riconoscente pensiero della Repubblica, mentre esprimo il cordoglio alle famiglie del Maggiore Fabio Antonio Altruda, del Colonnello Giuseppe Cipriano e del Tenente Colonnello Marco Meneghello, recentemente scomparsi in tragici incidenti aerei, nello svolgimento dell'incarico assegnato.

L'Aeronautica Militare ha saputo affrontare, sin dall'inizio, sfide complesse e gravose, dimostrando impegno, professionalità e dedizione, con la passione e la generosità offerte dalle sue donne e dai suoi uomini.

Dalle origini del volo alla conquista dello spazio, dalle attività pionieristiche a quelle tecnologicamente più avanzate, attraverso gesta eroiche come quelle degli assi della Prima Guerra Mondiale e la conquista di record e primati, l'Aeronautica Militare ha segnato le vicende del Paese.

La vigilanza e la protezione dello spazio aereo nazionale e di quello di Paesi alleati, la partecipazione a numerose missioni internazionali di pace sotto l'egida delle Nazioni Unite e dell'Unione Europea, la ricerca ed il soccorso a favore delle popolazioni civili in caso di calamità naturali, i trasporti sanitari e in alto-biocontenimento, l'impiego degli aeromobili a pilotaggio remoto, l'assistenza del traffico aereo, la meteorologia, la solidarietà e l'impegno nel sociale, l'abilità delle Frecce Tricolori, sono tutte pagine di storia di assoluto valore.

La continua ricerca nel campo scientifico e tecnologico ha consentito all’Aeronautica Militare, in stretta sinergia con tutte le altre componenti della Difesa, di concorrere nell’ambito aerospaziale, in modo qualificato e prezioso, alla sicurezza nazionale ed internazionale.

Con gratitudine esprimo apprezzamento per l’instancabile impegno profuso durante la pandemia, per la tempestività dei contributi in sostegno del popolo Ucraino e per il supporto fornito alle popolazioni vittime di calamità naturali, come in Turchia e Siria, devastate dal recente terremoto.

In questo giorno di festa mi unisco all’abbraccio del Paese a tutto il personale dell’Aeronautica Militare impegnato, in aderenza ai valori costituzionali, nelle missioni internazionali per la tutela della pace, della sicurezza e stabilizzazione delle aree di crisi.

A voi Ufficiali, Sottufficiali, Graduati, Militari di truppa e personale civile dell’Arma Azzurra, in servizio ed in congedo, e alle vostre famiglie, giunga l’augurio del popolo italiano: "in volo verso il futuro".

Viva l’Aeronautica Militare, viva le Forze Armate, viva la Repubblica!».

di CLAUDIO CASTAGNA

contatti: redazione@ascuolaoggi.it - info@ascuolaoggi.it


SCARICA ORA L'APP DI ASCUOLAOGGI